giovedì 8 giugno 2017

Commenti, Dedicato a Sabina che non c'è più



Per distrarmi veramente dovrei riaprire i commenti!  

 Aria nuova e questioni vecchissime, sempre le stesse; 

potrei, oltre un certo limite, considerarle astrazioni anch’esse, di altra natura 

ma pur sempre metafisica dell’ignoranza, della maleducazione, della superficialità 

ma anche della contrapposizione ideologica, 

della complessità storica e sociale da cui nasce un’opinione

Metafisica “spicciola” dell’animale che domina il mondo, l’uomo

Bene, non riaprirò i commenti, io spero nell’astrazione, 

quella in cui la vita, l’amore, il senso, l’armonia, la poesia

 e una certa lodevole indifferenza al mondo reale permettono 

di  sopravvivere al grigio che avanza.

 

Nessun commento: