martedì 16 maggio 2017

Apolide



 Sono un apolide è chiaramente riportato sulla mia carta d’identità: 
senza una vera patria riconoscibile, dedito alla giustificazione della teoria 
“un colpo al cerchio e uno alla botte”, 
pericoloso, inaffidabile, insostenibile. Solitario.
 Non mi piace, non mi piaccio ma la spiegazione del mio fallimento 
nella socializzazione virtuale sta lì 
e non c’è altro da aggiungere.

Nessun commento:

Posta un commento

Dietro ogni commento c'è un mistero e una persona, usatelo bene. Vi rappresenta.